Pensieri, poesie e riflessioni.

L’arcobaleno

 

Giorni di bufera
   di pioggia incessante
   tuoni che rimbombano
   e fulmini minacciosi
   che illuminano
   il cielo oscurato.

Giorni da vivere
   giorni da superare
   giorni da dimenticare…

Spesso cammino
   sotto la pioggia
   burrascosa
   e i miei passi
   malfermi
   li frena
   l’indomabile
   vento tempestoso.

Di tanto in tanto
   la pioggia cessa
   il vento si placa
   e le nuvole
   grigio-nere
   diventano bianche
   e cotonate.

Ed io finalmente
   respiro l’aria tersa
   osservo il limpido
   cielo azzurro
   e gli scintillanti
   raggi di sole
   che spuntano
   da dietro le nuvole
   mi scaldano
   il cuore.

Giorni di quiete
   ballerina
   mentre attendo
   che l’arcobaleno
   con la sua magia
   multicolore
   porti gioia
   e serenità
   al mio cuore.

Ma l’arcobaleno
   si fa attendere…


Il Silenzio…

Il tempo
scorre lentamente
mentre il silenzio
pervade ogni fibra.
Silenzio amico.
Silenzio purificatore.
Silenzio nemico.
Dove c’è Amore
non c’è silenzio
c’è solo amore.

clessidra-2

11 Settembre…

Quasi sei anni fa

sei arrivato alla mia vita

…in silenzio…

come un uragano, prepotente e distruttivo.

 

Quattro anni fa ho saputo che ormai saremo stati inseparabili…fino alla fine.

img-thingOggi brindo alla vita, un nuovo anniversario resta sempre una piccola grande vittoria.

 

bri

 

 

Un nuovo giorno…

 

La vita va avanti, ci sono cambiamenti, le ore passano…passano i giorni e passano le notti…

Per noi che affrontiamo la malattia con un misto di paura, sofferenza e speranza, ben vengano i meritati momenti di spensieratezza. Ma per averli a volte bisogna stringere i denti e pensare che dopo la tempesta le nuvole si dissolvono e il cielo torna azzurro e limpido.

E nonostante le cicatrici fisiche e mentali, noi a testa alta guardiamo avanti e camminiamo barcollanti verso il futuro.

Nessuno ci ha mai detto che la vita di un malato oncologico sarebbe stata facile…

E io dovrò rimboccarmi le maniche per l’ennesima volta e tornare in trincea per lottare contro un nemico spietato…

.

vadoavanti

 

.

 

Il big killer…

Hai colpito ancora una volta…
Non mi bastano più le dita delle mie mani per contare le amiche a cui hai stroncato la vita, amiche e compagne di sventura che hanno vissuto insieme a me questo percorso che nessuna di noi avrebbe mai voluto percorrere.

TROPPE amiche sono volate via…

Ieri sei partita anche tu Daniela, il big killer non ti ha permesso di andare nella tua amata Puglia con le persone che più amavi al mondo. Sei dovuta partire verso un mondo che spero sia bello e pieno di gioia.

Ho lo sguardo perso tra pensieri nefasti e tanta tristezza nel mio cuore.

Anche stavolta hai vinto tu Brutto Bastardo!!!

Ciao Daniela, vola felice tra le nuvole e le stelle infinite. Sei libera adesso…

Il vuoto attorno a me…

Mi capita di leggere nei giornali quando muore un malato di cancro…”E’ morto dopo una lunga malattia circondato dall’affetto dei suoi cari”.
Ed io rimango ammutolita…e penso: ‘Però, quella persona è stata molto fortunata nella sua sfortuna. Ha avuto l’Amore dei suoi cari.’
Continuo a riflettere…
E’ vero che alcuni malati hanno la fortuna di vivere la loro condizione di malati oncologici circondati dall’affetto dei loro cari…Purtroppo non tutti hanno la stessa fortuna.

Si nasce da soli…e si muore da soli.
Ci si illude che non siamo soli ma così non è…Si soffre da soli e si cerca di superare gli ostacoli sempre da soli.

La gente ha di meglio da fare…

23 Aprile…

Ogni giorno è vissuto all’insegna della speranza e con tanta fatica si va avanti…

Ormai ho imparato a vivere le mie giornate attimo dopo attimo senza grandi pretese. Non so mai la giusta direzione, cammino inseguendo la luce del nuovo giorno, cercando di reprimere ogni forma di ansia e cerco rifugio nel limbo dove tutto rimane in sospeso  nei momenti di tensione e paura.

Il mio viaggio in questo mondo è una continua salita con brevi soste in cui approfitto per tirare un sospiro di sollievo e mi godo il meraviglioso panorama che si scorge dall’alto.

Un altro anno è passato e come ogni anno gioisco…ogni compleanno mi dona una piccola grande e ulteriore vittoria sul cancro.
Tu vivi in me…e io vivrò finché tu rimani piccolo piccolo.

Il mio corpo ormai appartiene anche a te mio nemico e ho imparato a vivere in tua compagnia in questi anni  e sono certa che possiamo vivere così a lungo se ti accontenti di rimanere un infimo elemento vivente nel mio corpo.

E anche quest’anno gioisco e festeggio in un giorno così speciale per me.

Il regalo più bello…la VITA con i suoi colori, i suoi profumi e le emozioni che scatena ogni singolo attimo vissuto.

 

vi

Tag Cloud